Written by 8:03 am Ristorazione

BYE BYE SALA DA PRANZO

Continua il trend “piccolo è meglio” dei brand della ristorazione veloce statunitense!

Negli Stati Uniti sta avvenendo un fenomeno che pare lontano anni luce dalla nostra cultura: l’abbandono delle sale da pranzo, da parte delle catene di ristorazione.

Fior fior di articolisti e testate specializzate d’oltreoceano si stanno buttando su questo trend, specialmente negli ultimi mesi, ma si tratta di un fenomeno che è partito ben prima e che negli anni dei lockdown ha subito un importante accellerazione. Nulla di preoccupante, diciamolo subito. Ne ho parlato largamente nella prima – mitica – edizione di Foodservice Collection (cliccate per il download), ma mi piacerebbe continuare qui ad elencare alcuni esempi che si stanno realizzando di versioni “veloci”, senza sala da pranzo, di alcuni brand importanti.

CHIPOTLANE

Il format veloce di Chipotle nasce nel 2018, quindi ben prima dello scoppio della pandemia. L’idea era semplice e si basava sul fatto che finalmente fosse possibile, grazie alla tecnologia della nuova app proprietaria del brand, consentire ai clienti di ordinare il proprio pasto e poterlo poi passare a ritirare tramite il drive-through tradizionale. Prima ciò non era possibile perchè in Chipotle il cliente può scegliere letteralmente ogni ingrediente del proprio ordine e farlo “live” alla finestra del drive-through avrebbe creato disagi enormi.

I manager della catena si accorsero velocemente che i ristoranti con Chipotlane guadagnavano molto di più di quelli tradizionali e nel giro di 4 anni ne hanno aperti ben 500!

Da questa iniziativa è nato poi uno spin-off ancor più estremo nella catena, aprendo la Chipotle Digital Kitchen, disponibile per il solo ritiro degli ordini.

PANERA TO GO

Si tratta del format smart della mitica catena del Fast Casual, appositamente pensato per svilupparsi in piccoli spazi, in zone delle città dove i clienti hanno innanzitutto bisogno di velocità.

I clienti entrano, ordinano e ritirano gli ordini digitali; la grande e classica sala da pranzo di Panera è qui stata sostituita a favore di pochi posti, tutti al bancone. L’esperienza di take out è quella favorita. Il primo Panera To Go è stato aperto nel 2022 a New York, ma pare che ce ne siano diversi in rampa di lancio per questo 2023.

DESIGN 1000 DI SCHLOTZSKY

La catena specializzata in panini e pizza Schlotzsky ha realizzato questa nuova versione di ristorante – di soli 93 metri quadrati (1000 piedi quadrati), soprattutto in risposta all’aumento dei costi di affitto e acquisto di immobili; le sue “classiche” sale da pranzo sono mediamente grandi 307 metri quadrati. Il brand consente ora agli affiliati di decidere quale delle due versioni di ristorante aprire.

JIMMY JOHN’S ANCORA PIU’ FAST

Freaky fast“, mostruosamente veloce, è la promessa di Jimmy John’s ai clienti e quando nel 2021 si sono accorti che ormai il 52% dei clienti non ordinava più nella sala da pranzo, hanno deciso di testare una versione light del proprio format, dedicandosi allo sviluppo di ristoranti adibiti al solo drive-through, partendo dal primo prototipo aperto a Bartow proprio nel 2021.

L’esperienza di questo nuovo punto vendita ha registrato un aumento di oltre il 100% degli ordini digitali per quella location, facendo correggere il tiro ai progettisti, che hanno dovuto aggiungere al prototipo una seconda corsia per il ritiro degli ordini.

ALCUNE ESPERIENZE IN ITALIA

Anche alle nostre latitudini alcuni brand lungimiranti non sono rimasti con le mani in mano e tra questi possiamo elencare il Panino Giusto To Go, il Bomaki Rapido (presto in apertura anche a Torino, CC Le Gru) e il format fast e urban di Dispensa Emilia, chiamato Strabò.

I format fast sono sicuramente la soluzione per tutti quei brand che desiderano svilupparsi velocemente: consentono di inserirsi nei centri commerciali, nei centri città grazie a spazi più piccoli, negli aeroporti e grandi flussi in generale. Grazie a questi format è possibile portare il brand a sempre più clienti e far conoscere il nome e i prodotti a un bacino più grande.

Attenzione solo a qualche piccola precauzione: la progettazione, delle nuove operations e degli spazi non deve essere lasciata al caso e testate e ri-testate, per non dover fare esperimenti esagerati sulla “pelle” dei primi clienti!

Mentre scrivevo questo articolo, ascoltavo:
(Visited 19 times, 1 visits today)
Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , Last modified: Aprile 12, 2023
Close